Monte Arcosu

La Riserva Naturale di Monte Arcosu occupa un'area di circa 3600 ettari all'interno del complesso montuoso del Sulcis, uno degli ambienti naturalistici più interessanti e importanti della Sardegna. La riserva comprende i due suggestivi massicci del Monte Arcosu (m. 948) e del Monte Lattias (m. 1086) con l'insieme delle vallate e delle colline sottostanti.
L'intero comprensorio è ricoperto prevalentemente di lecci, cui seguono le sughere ed i ginepri. Dall'insieme della vegetazione spiccano esemplari vetusti e imponenti di corbezzolo e di carrubo. Particolarmente importante è una stazione di tassi secolari nelle pendici del Monte Lattias. Nelle parti più degradate gli alberi convivono con una folta macchia mediterranea. Il sottobosco è l'ambiente ideale per numerose specie di funghi, di cui alcune molto rare ed una esclusiva, e per i licheni, di cui sono state determinate sinora ben 219 specie. La fauna, oltre al cervo sardo, divenuto il simbolo della riserva, comprende una forte presenza di cinghiali, nonché alcuni esemplari di daino all'interno di un'area faunistica visitabile. Tra i carnivori troviamo il gatto selvatico sardo, la volpe, la martora, la donnola. Nelle radure si incontrano la pernice sarda ed il coniglio selvatico.
Estremamente qualificata è la presenza dei rapaci, che annovera la poiana, il gheppio, il falco pellegrino, lo sparviero e la varietà sarda dell'astore. Nei dirupi del Monte Arcosu nidifica l'aquila reale.
Nelle acque del rio Is Fenugus, nelle pendici del Monte Lattias, è stata individuata la popolazione più pura di trota sarda presente in Sardegna.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Scopri anche

Back to Top